Comincia la ristrutturazione


Fiato alle trombe e rullo di tamburi: la ristrutturazione della nostra Oltrella è finalmente cominciata! Dopo mesi in cui immaginavamo ogni dettaglio della nostra casa rinata, dopo aver scalpitato impazienti per un tempo che ci è sembrato infinito, finalmente ce l’abbiamo fatta e abbiamo potuto dare il via ai lavori.

recuperiamo le piastrelle di cotto

recuperiamo le piastrelle di cotto

Nella nostra impazienza e soprattutto nell’inesperienza, naturalmente davamo la colpa di tutti i ritardi alla nota burocrazia italiana. Ma in tutta franchezza sbagliavamo. La burocrazia ha certamente i suoi tempi biblici ma la verità è che un progetto del genere richiede effettivamente tempo, molto tempo.

Considerando che recuperiamo un edificio vecchio e in pietra, affascinante ma potenzialmente instabile, è stato necessario prevedere interventi di consolidamento per mettere in sicurezza il fabbricato e aggiornarlo secondo le norme edilizie.

Ci è voluto tempo per eseguire i sopralluoghi, svolgere l’indagine geologica, prendere misure, eseguire calcoli statici, disegnare, discutere e finalizzare il progetto con il cliente (noi!), preparare la documentazione per ottenere i permessi necessari, presentare il progetto, ottenere e selezionare i preventivi di imprese edili, elettricisti, idraulici, serramentisti, e chi più ne ha più ne metta…

Ma gran parte di tutto ciò è ormai concluso, il progetto è stato approvato e l’impresa edile selezionata. I lavori sono appena cominciati, la nostra proprietà ora è un cantiere.

Sono quindi cominciate le prime demolizioni. La prima cosa demolita è stata la balconata. Poi è stata puntellata la volta della cantina (la nostra preziosa cantina con il soffitto a volta!) che in seguito verrà rinforzata. Si cominciano a ripulire i muri di pietra dai vecchi rappezzi, per mettere a nudo qualsiasi crepa o foro che necessiti di riparazione.

In futuro verranno demoliti i muri non portanti e i solai tra i piani, che verranno completamente rifatti secondo il progetto. Prima di demolire i solai l’impresa sta asportando a mano, una ad una, le mattonelle in cotto, per accatastarle e in seguito applicarle sui nuovi pavimenti… mica butteremo via un antico pavimento in cotto, giusto?