Addio nebbia, benvenuto sole!


Che impressione fa svegliarsi la mattina in un week-end invernale, guardare fuori dalla finestra e vedere… assolutamente niente? La domanda è ovviamente accademica perché conosciamo la risposta: la viviamo proprio in questi giorni, in Pianura Padana.

Non è deprimente quando la nebbia avvolge e impregna l’aria? Tutto diventa grigio, piatto, malsano e pigro. La nebbia accentua la percezione del freddo invernale e lo rende ancora più penetrante. Viene voglia di tornare a letto, girarsi dall’altra parte e riprendere a dormire con la speranza che in qualche ora il sole, pur pallido e incerto, riesca a tagliare lo strato malsano e a farsi vedere.

Questa è la cronaca di tante giornate invernali in pianura. La nebbia cancella alla vista i nostri paesaggi familiari, di città o di campagna; il clima è freddo e… semplicemente, vorremmo essere da qualche altra parte.

La soluzione è semplice: bisogna lasciare la pianura, fare qualche chilometro, alzarsi un poco di quota e andare incontro al sole.

In che direzione? Non abbiamo dubbi: Verso la Valle Staffora, verso Casale Oltrella!

All’imbocco della Valle Staffora la nebbia già si dirada. All’altezza di Godiasco possiamo dire che è sparita del tutto. Dopo Ponte Nizza, lasciata la statale per salire di quota, il sole diventa più brillante, l’aria più limpida. Eppure non stiamo salendo di molto.

Ci fermiamo a quota 400m. Giunti a Casale Oltrella e scesi dall’auto, l’aria ha un profumo dolce e fine. Non siamo in montagna ma la differenza si sente, si respira. Il sole è forte, il suo calore riscalda gli abiti e attraversa il corpo. Avvolti da questo calore è un piacere stare all’aperto, passeggiando tra i prati dove l’erba è ancora verde, godendoci i panorami e il meraviglioso silenzio che abbiamo già imparato ad apprezzare.

E’ in giornate come questa, mentre respiriamo quest’aria, che torniamo un po’ impazienti e non vediamo l’ora di lasciare la pianura per trasferirci qui. D’altra parte stiamo facendo progressi, la ristrutturazione del Casale sta procedendo, ancora qualche mese e se tutto va bene potremo goderci Casale Oltrella, definitivamente.